Crostatine alla lemon curd

DSCN0312

Ed eccoci qui alla fase finale della nostra merenda! Una bomba calorica tra il burro e lo zucchero della lemon curd e il burro e lo zucchero della frolla …. ma ogni tanto ci sta! Quindi ecco la preparazione della frolla:

Ingredienti: 100gr di burro, 300 gr. di farina, una quarto di bustina di lievito in polvere, 2 uova, 1 bustina di vanillina, 150 gr. di zucchero, lemon curd fatta da Irisblu.

Procedimento: Impastare tutti gli ingredienti eccetto la lemon curd, avvolgere il composto nella pellicola e lasciar riposare in frigo per circa mezz’ora. Nel frattempo imburrare gli stampini per le crostatine, io ho usato degli stampini di 10 cm di diametro. Quindi stendere la pasta e disporla negli stampini facendola aderire alle pareti, bucherellare il fondoe riempirle con la lemon curd. Si possono lasciare così oppure anche coprirle con dei dischi di pasta, le ho fatte entrambe. Infornare a 180 gradi per circa 40 minuti facendo attenzione a che non scuriscano troppo. Volendo si possono guarine con frutta fresca una volta sfornate.

Devo ammettere come sempre che con l’estetica ho giusto qualche diffoltà 😦 ma assicuro che il risultato al palato è davvero buono.

Lemon Curd

DSCN0310

Voglia di merenda! Crostatine alla lemon curd quindi cominciamo subito.

Vi do le proporzioni in base a quanta lemon curd volete fare:

per ogni 100 gr di succo di limone vanno 80 gr. di burro e 250 gr. di zucchero.

Io ho fatto 300 gr. di succo di limone, 240 gr. di burro, 750 gr. di zucchero e 5 tuorli.

Procedimento: innanzitutto grattare la scorsa dei limoni e poi spremere il succo dei limoni che va anche filtrato. Tagliare il burro a dadini. Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola  eccetto le uova. Quindi porre la ciotola a bagnomaria mantenendo un leggero bollore dell’acqua, mescolare finchè il composto non sia sciolto quindi dopo aver sbattuto le uova unirle al composto e continuare a mescolare finchè il composto non si addensa (circa 25 minuti). Versare il composto nei vasetti sterilizzati.

Polpettine fatte con gli avanzi

DSCN0328

Che brutta domenica piovosa e uggiosa a cui si aggiunge il fastidio per aver fatto un arrosto orribile! E’ proprio vero che chi più spende meno spende e se vale per gli oggetti, i vestiti ecc.. vale anche per il cibo.  Vitello a 10 euro al Kg, come non farsi tentare … peccato che non è vitello ma al massimo vitellone e il sapore cambia tantissimo e inoltre asciutto e filaccioso … davvero impossibile da mangiare quindi quando oggi avrei dovuto riscaldarlo mi veniva quasi da piangere così l’ho tritato e ho fatto le polpette. Ho usato tutti gli avanzi che avevo in casa per non sprecare nulla quindi sono andata a occhio mettendo in una marmitta:

arrosto avanzato tritato, salsiccia cruda, prosciutto cotto di ieri, parmigiano grattato, 1 uovo, sale, pepe, noce moscata. Mischiato tutto insieme e fatto le palline quindi fritte in abbondante olio di semi. Et voilà…pranzo della domenica salvato con delle piccole e gustose polpettine che ci hanno fatto risparmiare! Il trucco è che se la carne è così asciutta, facendole piccole non risulta al palato allo stesso modo delle polpette grandi. Inoltre essendo le polpette del “riciclo” si può mettere qualsiasi cosa, anche delle verdure avanzate o della mortadella, qualsiasi tipo di carne ecc…

Spezzatino di vitello con piselli

DSCN0301

Eccomi ritornata dopo tanto silenzio … Questa mattina sono andata a fare la spesa e ho pensato a mio marito che ama lo spezzatino e io non glielo faccio mai. Diciamo che in dieci anni di matrimonio l’ho fatto tre volte in tutto e dall’ultima volta credo siano passati almeno cinque anni. Insomma, era il caso di farlo e soprattutto questa mattina avevo voglia di fargli piacere. Così ho comprato la carne e questo pomeriggio l’ho preparato.

Ingredienti: 500 gr di carne di vitello circa a pezzetti, 1 scalogno, olio extra vergine di oliva, farina, qualche foglia essiccata di alloro, 1 scatola di pelati, 1 scatola piselli (400 gr circa), farina, sale.

Procedimento: Soffriggere lo scalogno tritato finemente in olio extra vergine di oliva. Se lo scalogno è grande ne basta metà, se sono scalogni molto piccoli ne servono un paio circa. Quindi unire i pezzetti di vitello precedentemente infarinati e rosolarli leggermente. Unire il pomodoro passato e le foglie di alloro (ne ho messe 2 perchè sono quelle che ho preso in Salento quest’estate e sono profumatissime, se il vostro alloro fosse meno profumato se ne possono mettere di più), aggiungere un poco di acqua quindi coprire e cuocere per 40 minuti circa con coperchio a fuoco medio-basso. Ogni tanto controllare e al bisogno aggiungere un poco di acqua. Aggiungere i piselli e continuare la cottura per altri 40 minuti circa. Io vado sempre a occhio quindi per verificare la cottura basta usare la forchetta e se si infila bene nella carne che risulta morbida significa che è pronto. Salare e servire.  Per quanto riguarda il pomodoro vorrei dire che in estate si possono usare i pomodori freschi da passare al miniper ma in questa stagione i pelati fanno al caso nostro! Per quanto riguarda i piselli non vi consiglio quelli surgelati perchè hanno la buccia durissima e tendono al dolciastro, ho trovato i Valfrutta in scatola che sono molto buoni! Altro consiglio: a chi piace si può aggiungere una punta di peperoncino, io non l’ho fatto pensando e sperando che lo avrebbe mangiato anche mio figlio ma mi sbagliavo …. schizzinosetto, comunque almeno ha imparato ad assaggiare, mi consolo così 🙂 Buon appetito!

Crumble di zucchine

Verdure, verdure e verdure ma alla fine le cucino sempre negli stessi modi così oggi ho sfogliato un libro sui crumbles, gentilmente e in modo del tutto disinteressato, regalato da mio marito e ho provato a preparare quello di zucchine. E’ molto facile e veloce, foto mancante perchè davvero inquietante, non sono un’esteta …. è inutile, non riesco a presentare come si deve i piatti e le foto peggio che peggio… imparerò anche questo prima o poi ma comunque come vi dicevo: il sapore è gustosissimo, mio marito ne ha mangiata mezza teglia :))

Ingredienti: 400gr circa di zucchine (2 zucchine circa, dipende dalla grandezza), 1 cucchiaio di foglie di basilico tritate, olio extra vergine di oliva, sale e pepe macinati q.b. Per le briciole del crumble: 40gr di burro ammorbidito, 50 gr di farina, 25gr di pangrattato, 25gr di pinoli tritati, 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva, 1 pizzico abbondante di sale.

Procedimento: pulire e tagliare a rondelle sottili le zucchine quindi disporle in una pirofila leggermente unta e cospargerle con il basilico tritato, salare e pepare. Preparare le briciole del crumble mescolando pan grattato, sale, farina e successivamente icorporare il burro tagliato a pezzettini e ammorbidito, l’olio e mescolare con la punta delle dita, infine unire i pinoli tritati. Spargere le briciole del crumble sulle zucchine  e infornare per circa 25 minuti a 180 gradi, comunque finchè sia dorato. Buon appetito!

Confettura di mele

Che brutta giornata uggiosa… pomeriggio casalingo passato in cucina. Tra le varie cose preparate questo pomeriggio ho deciso di consumare un pò di mele e ho provato a fare la confettura. Un sapore semplice e naturale.

Ingredienti: 500gr mele, cannella, un cucchiaio di zucchero di canna, circa due bicchieri di acqua.

Procedimento: pulire e tagliare a tocchetti le mele, metterle in pentola con una spolverata di cannella, un cucchiaio di zucchero di canna e l’acqua. Cuocere finchè le mele sono spappolate e passare con il minipimer per ottenere una purea quindi riempire un vasetto sterilizzato, chiudere. Buone merende! Facile 🙂

Nicchiole con piselli

E questa sera ho inventato, avevo voglia di pasta con i piselli ma tutte le ricette che ho trovato includevano i cubetti di prosciutto che io detesto, il burro o la panna, insomma cose che non amo molto quindi ho fatto a modo mio, devo dire che il risultato è stato soddisfacente.

Ingredienti: piselli, scalogno, guanciale, olio extra vergine di oliva, burro, sale, parmigiano, nicchiole.

Procedimento: Mettere nel wok 1 dito circa di olio extra vergine di oliva nel quale far soffriggere una fetta di guanciale alta un dito tagliata a tocchetti unitamente a mezzo scalogno tritato. Unire i piselli ( a occhio direi circa 200 gr, non li ho pesati ma penso che più o meno quello fosse il quantitativo) un pezzetto di burro, saleq.b. e lasciar cuocere per circa 20 minuti a fuoco lento con coperchio. Nel frattempo cuocere la pasta (per 3 persone ne ho fatti 240 gr) scolarla e farla saltare nel wok (gli ultimi minuti di cottura della pasta togliere il coperchio ai piselli in modo che si asciughino un poco) insieme al condimento per qualche istante, spolverizzare con il parmigiano grattato, mescolare e servire. Il guanciale che uso esternemante ha del peperoncino tritato che gli da quel poco di pizzicore che è molto piacevole al palato insieme al dolce dei piselli, se il vostro guanciale non ha questa caratteristica particolare potete aggiungere nei piselli un poco di peperoncino. Buon appetito!

Galletti al forno

Quanto tempo che non scrivo …. l’inzio della scuola è stato ed è un percorso faticoso che coinvolge tutta la famiglia nel trovare nuovi ritmi e fare nuove conoscenze quindi ho latitato per un pò ma insomma, mangiare bisogna pur mangiare :)  Nulla di eclatante, sempre molto veloce visto il tempo che è quello che è ma gustoso. Un amico su FB ha pubblicato la foto di una cena che gli ha fatto trovare la moglie ed era proprio un galletto che mi ha fatto venire l’acquolina quindi ho deciso di farlo anche io a modo mio.

Ingredienti: 2 galletti, erbe aromatiche di Irisblu, olio extra vergine di oliva. Per il contorno patate, rosmarino fresce, sale, olio extra vergine di oliva.

Preparazione: i galletti sono già puliti (non so se avete mai avuto il (di)spiacere di pulire un pollo qualsiasi! preferisco evitare personalmente:)) quindi massaggiarli con le erbe aromatiche di Irisblu che non sono altro che un trito fine di tutte le erbe aromatiche che vi dilettate a coltivare nel periodo estivo con aggiunta di aglio, capperi, sale, quindi ungere i galletti con olio extra vergine di oliva e mettere in forno a 200 gradi per mezz’oretta circa, poi come solito dipende dal forno. In pentola antiaderente ho cotto le patate a tocchetti in olio extra vergine di oliva unitamente a sale e rosmarino fresco. Et voilà, buon appetito!

Vitello tonnato

Eccoci qui dopo tanto tempo con una ricetta nuova. Qualche giorno fa è stato il compleanno di mio figlio e oltre alla festa con gli amichetti abbiamo organizzato un pranzo domenicale con i parenti a base di lasagne (su richiesta del festeggiato), vitello tonnato e salumi marchigiani e toscani acquistati e provati con passione dalla sottoscritta e famiglia durante le vacanze estive. Ma veniamo al nostro vitello tonnato. Era molto tempo che non lo cucinavo e devo dire che è sempre molto buono oltre alla comodità di essere un piatto che si prepara prima e non richiede il forno che ovviamente era già impegnato per le lasagne.

Ingredienti: magatello di vitello, 1 cipolla, 2 carote, 1 gambo di sedano, 1 bicchiere di vino bianco, mezzo bicchiere di olio extra vergine di oliva, 2 bicchieri di acqua fredda, 2 cetriolini, 4 acciughe, sale q.b., 1 scatola grande e 1 piccola di tonno, 1 vaso grande di maionese, capperi sotto sale.

Procedimento: Steccare la carne sia da un lato che dall’altro con un cetriolino e un paio di acciughe, mettere la carne in una pentola con tutte le verdure a pezzi, il vino, l’olio, l’acqua e il sale q.b. quindi cuocere per circa un’ora, un’ora e mezza, dipende dalla grandezza della carne. Quando è cotta (se la forchetta si infila senza resistenze ci siamo :)), sgocciolarla e farla raffreddare. Una volta fredda tagliarla a fettine sottili quindi corpirla con la cremina preparata frullando il tonno in seguito mischiato con la maionese. Decorare a piacimento con capperi o cetriolini. Buon appetito!

Coniglio alle erbe

Il tam tam è mangiare poca carne e soprattutto diminuire le carni rosse e come si fa in una famiglia dove siamo dei carnivori??? Ultimamente mi sto dando molto alle torte salate con le verdure, ho aumentato un pò il pesce anche se onestamente penso che se le carni sono piene di estrogeni i pesci lo sono di mercurio e chissà cos’altro…. direi che il giusto compromesso sia la varietà. L’uomo è onnivoro, inutile cambiare la sua natura e quindi variamo e godiamoci di tutto un pò. Comunque a fronte di tutto ciò ho pensato di aumentare un pò le carni bianche così ho fatto il coniglio che non facevo da molto tempo e questa volta invece che arrosto al forno, l’ho fatto con le erbe in pentola. Anche qui, preparazione semplice e veloce fatta nell’ora del pranzo in modo da avere la cena pronta e poter passare tutto il pomeriggio fuori con il mio bimbo.

Ingredienti: Lombata di coniglio, olio, erbe aromatiche mix.

Procedimento: In realtà c’è ben poco nel procedimento, tutto sta nelle erbe aromatiche che in questo caso sono un mix di tutte le erbe aromatiche che avete a disposizione da far seccare (rosmarino, salvia, timo, origano, maggiorana …. più ne avete e meglio è) e triturate unendo capperi anch’essi triturati, aglio e sale. Con questo mix non fate altro che massaggiare la carne del coniglio e metterlo in pentola con olio extra vergine di oliva. FAte cuocere sulla fiamma media girandolo più volte affinchè si rosoli su entrambi i lati e il gioco è fatto. Io ho usato in questo caso la lombata del coniglio ma si può fare con qualsiasi parte del coniglio e anche con polli e anatre. A volte si pensa che una pietanza per essere buona debba essere elaborata ma non è così, nella semplicità si scoprono i sapori e i gusti genuini delle materie prime usate e credo non ci sia nulla di meglio. Foto…. dimenticata :)) ma del resto visto il mio estro artistico nel fare le foto direi che se ne può fare anche a meno :)) Buon appetito!